To top
5 Ott

MFW DIARY – DAY 1

23 Settembre 2016

Sveglia alle 5:00 a.m. per caricarsi tutte le valigie e prendere un treno per arrivare a Termini prima delle 7:10. Italo è sempre puntuale e io ho il terrore di perdere il treno dato che ogni FW succede. Fortunatamente stavolta ho Federica con me che tiene a bada le ansie.

Ci accomodiamo e in 3 ore circa arrivamo a Milano. Metro verde, 4 fermate e siamo sotto il nostro appartamento. L’unico stress è stata la mia valigia, si è rotta una ruota e ora fa un rumore infernale oltre al fatto che ha volontà propria e decide lei dove andare. Parlo troppo presto…alle 11:30 inizia la sfilata di Uma Wang e ormai si erano fatte le 11:00. E ora come facciamo?!

Ci infiliamo un vestitino carino e delle scarpe comode e proviamo a battere il nostro record di “corsa da panico“.

Le sfilate sono come quelle ragazze quando si preparano per uscire e ti dicono”scendo tra 10 minuti”. Sì, in pratica siamo entrate nel Salone a mezzogiorno e le modelle si sono viste ancora più tardi.

Uma Wang #mfw #milanfashionweek #umawang

A post shared by Lucrezia Fausti (@deathlyberry) on

 

Dopo aver battezzato così Fede (era la sua prima sfilata della sua prima fashion week!) abbiamo deciso di tornare a casa per cibarci e cambiarci.

Camminando abbiamo notato un ristorante di sushi a neanche 100 metri dal portone…che fai, non ti fermi?? 😛

E cosa potevamo andare a mangiare avendo un #sushi sotto casa? :3

A post shared by Federica (@rriccia) on

 

Dopo un lungo pranzo era arrivata l’ora di farci belle.

My first look for Milano Fashion Week. #stayweird #me #mfw

A post shared by Lucrezia Fausti (@deathlyberry) on

#day1 #mfw #ootd #oriental #mood

A post shared by Federica (@rriccia) on

 

Partiamo per le presentazioni del pomeriggio.

Prima tappa : Hanita.

It reminded me of Pretty In Pink <3 #Hanita #trends #mfw

A post shared by Federica (@rriccia) on

 

Un drink da Bea Bongascia

A post shared by Federica (@rriccia) on

 

e un paio di calici da Herno. Premetto che il party-presentazione era una figata!

Dopo essermi innamorata di un’infinità di cappotti decidiamo di cercare il bar ma qualcuno mi bussa sulla spalla, mi giro ed è il mio amico ed ex compagno di scuola Andrea ! Che mi saluta con un sorriso a 32 denti e un “ma che ci fai tu qui??”. Sono anni che non ci sentivamo, così lui non sapeva del mio blog e io del suo legame con Herno. ahahah

Al liceo era il Fashion Guru della classe ed è stato un vero piacere rivederlo per scambiare due chiacchiere tra ricordi e nuovi progetti. Ovviamente vi esorto a seguire il suo IG e Blog.

Party @ HERNO #cool

A post shared by Lucrezia Fausti (@deathlyberry) on

 

Lasciamo a malincuore il party e ritorniamo allo Scalone dell’Arengario per lo show di Atsushi Nakashima.

…wow! Prima collezione che vedo di lui ma è già diventato uno dei miei preferiti. Mi ha lasciato letteralmente a bocca aperta!

Amazing show @ ATSUSHI NAKASHIMA #justloveit #mfw

A post shared by Lucrezia Fausti (@deathlyberry) on

 

Sfinite dalla lunga giornata ci appoggiamo alle scale del Duomo per caricare qualche video su Instagram e salutare tutti su Snapchat. È arrivata l’ora di tornare all’appartamento e dormire qualche ora, l’indomani sarebbe stata un’altra maratona.

DeathlyBerry

Lucrezia. Cats, Shoes and Sushi lover from IT

No Comments

Leave a reply