To top
4 Mag

MARYLING Autunno / Inverno 2018

Wild Abstractions

Un viaggio a/r nell’arte moderna in cui forme, colori e linee sono le tappe ideali di un
linguaggio di stile dall’esprit astratto, quello che scrive la collezione FW 2018 di MARYLING.
Wild Abstractions: il design dà nuovo equilibrio a forme classiche all’insegna di un lusso
accessibile dedicato a una femminilità moderna e sofisticata, ricca di elementi stilistici
distintivi e unconventional, autentica signature del brand.
Linee super clean e mood decorativo creano un ponte ideale tra la couture di MARYLING
e le sculture mobili di Alexander Calder, che escono dal circo per anticipare l’arte
multimediale e cinetica con il loro bagaglio di forme e di colori unici: autentici chef
d’oeuvre ante litteram che guidano un mood in continua evoluzione, analogo a quello
del brand.

Forme solide e corpi morbidi : un’eleganza tridimensionale.

Così nascono formule geometriche che creano un’eleganza 3D data da forme solide e
corpi morbidi: colori pantone e texture mosaico danno vita a un patchwork al quadrato
che sa, intimamente, di stile.
Un’ispirazione immaginifica che oltrepassa l’ordinario seguendo un percorso cromatico
che nasce dal rosso, dal bordeaux, dal blu velluto, dal nero classico e dal bianco puro
per arrivare al dialogo con un mood audace, originale e saturo di colore radicato nella
firma stilistica di Paloma Picasso.
Camicie accollate e abiti – shirt rigorosi; pantaloni over e un po’ maschili; gonne lunghe e
a pieghe, coat dritti rimandano a un rigore molto sofisticato. I dettagli che mixano intarsi
geometrici ed elaborate sfumature concettuali si concentrano su esclusivi tessuti italiani
per sublimare l’astrattismo; gli abiti in seta si rifanno alla bellezza naturale delle eruzioni
vulcaniche e alla trama distintiva dell’argilla cotta.
Un filtro speciale di arte moderna e trame di terra che unisce fonti di ispirazione e
ambienti culturali apparentemente distanti in una couture unica.

Come ci sono arrivata alla sfilata?

Primo giorno di Fashion Week e sia io che Ilenia eravamo elettrizzate! Ci siamo imbellettate (come avrebbe detto mia nonna) e dirette al luogo della sfilata. Arrivate con largo anticipo (in realtà la sfilata era in ritardo, come ogni sfilata che si rispetti) ma alla fine tra le chiacchiere ci siamo distratte e siamo entrate in sala a sfilata cominciata, quindi abbiamo visto poco e nulla. Nonostante i tacchi rimango nana e avevo troppe persone avanti per farmi strada, mi sono accontentata di vedere qualche frammento ma è bastato per farmi innamorare dei capi in maglieria della collezione. ❤

 

DeathlyBerry

Lucrezia. Cats, Shoes and Sushi lover from IT

No Comments

Leave a reply