To top
11 Gen

Come trasformare l’oro in carta.

[symple_divider style=”solid” margin_top=”10″ margin_bottom=”10″]
[full_width padding=”1px 40px 1px 40px”]

Qualche mese fa i visitatori dell’Ornamentum Gallery di New York si sono trovati davanti a dei bracciali, anelli e collane fatti di cartone messi su di un piedistallo. Ok, siamo nella Grande Mela e a Times Square c’è un cowboy nudo con la chitarra, quindi i newyorkesi sono abituati a vedere di tutto ed accettarlo come assolutamente normale ma dei gioielli di cartone, messi insieme con un paio di punti metallici, trattati come pezzi preziosi è strano anche per loro. E se vi dicessi che si tratta in realtà di oro e argento?

[symple_box color=”white” fade_in=”false” float=”left” text_align=”right” width=”40%”]
E se vi dicessi che si tratta in realtà di oro e argento?
[/symple_box]

A prima vista ingannerebbe chiunque a pensare di non esser di fronte ad una cosa di valore. La nostra percezione è basata su quello che conosciamo e proprio su questo che l’artista gioca, ci forza ad esaminare l’oggetto in una maniera completamente diversa.

Dietro a questo pazzesco design c’è il genio di David Bielander, classe 68, svizzero e una spasmodica propensione a stupire il prossimo.

[symple_box color=”white” fade_in=”false” float=”right” text_align=”left” width=”40%”]Tutti abbiamo indossato almeno una volta nella vita una corona di cartone
[/symple_box]

Di norma i gioielli vengono realizzati in metalli preziosi e pietre altrettanto pregiate, indistruttibili, roba che neanche se ci passate sopra con un carro armato o con l’utilizzo di un mulino a dischi riuscireste a scalfire. (Il mulino a dischi l’ho trovato ma il carro armato è difficile reperirlo sotto le feste.)

Il designer vuole dare l’idea opposta. Si ha l’impressione che quel braccialetto che vi ha fatto vostro nipote con la scatola del gioco che gli avete regalato a Natale non arrivi neanche alla Befana, fortunatamente vostro nipote si chiama David e il bracciale è in oro.

Tutti abbiamo indossato almeno una volta nella vita una corona di cartone e preteso di esser re o regina ma qui è come se Re Mida avesse “toccato” quel momento della vostra infanzia rendendolo reale.

[/full_width]

 

 

 

DeathlyBerry

Lucrezia. Cats, Shoes and Sushi lover from IT

8 Comments

Leave a reply