To top
7 Mar

Come arredare con tende e librerie

Non si finisce mai di arredare

Una casa, proprio come un dipinto, richiede un’infinità di pennellate per poter diventare una autentica opera d’arte e non un quadro qualsiasi. Quando la fase di arredo viene fatta in modo superficiale, infatti, il rischio è di cadere nella banalità e in quella sensazione di “già visto”, che di certo non giova al design di una abitazione.

In questo giocano un ruolo particolare componenti come le tende e le librerie: elementi che sanno come donare un vero e proprio sprint all’arredamento domestico, capovolgendo l’esito di questa specialissima competizione.

Come scegliere le librerie?

Spesso noi ragazze più giovani tendiamo a tralasciare le librerie, concentrandoci su altri aspetti più appariscenti ma meno importanti: è un errore al quale, però, è sempre possibile rimediare. Come scegliere la libreria giusta, dunque? Innanzitutto optando per una libreria modulare, facile da inserire in qualsiasi zona della casa: essendo facilmente personalizzabile, è una scelta perfetta anche per una questione di design e di stile. Poi, occhio all’estetica: i meccanismi a scomparsa sono l’opzione migliore, perché non gravano sullo stile e sono poco invasivi. Attenzione anche ai materiali, che è sempre meglio selezionare in base alla loro eco-sostenibilità (certificazione FSC). Se siete a caccia di spunti, nei negozi di arredamento online come duzzle.it potrete trovare tantissimi modelli di librerie per diversi stili di arredo.

Come scegliere le tende giuste?

Scegliere le tende potrebbe sembrare facile e poco importante, quando in realtà è l’esatto opposto. Come trovare le tende migliori per i vostri ambienti domestici? Scegliendo sempre dei colori che consentano la corretta diffusione della luce naturale dalle finestre e il miglioramento dell’umore: in sintesi, devono consentire alla luce di propagarsi e devono anche piacervi, senza stonare con il resto dell’arredo.

Magari il vostro umore non migliora perché con una tenta sottile riesce a passare quel tiepido raggio di sole ma perché la vostra tenda è talmente tanto gotica che i drappi del Castello Hunyadi sembrano i tovaglioli della colazione e questo vi consente di fare un ottimo riposino pomeridiano.

Insomma, la vostra anima è nera come il lucido piumaggio di un corvo ma la vostra “tana” è talmente tanto buia che ricorrete alla memoria per non andare a sbattere contro i mobili? Allora scegliete una soluzione che sia una via di mezzo, magari una tenda in lino nero che faccia passare la luce o il classico bianco che alla fine sta bene anche con un mood gotico o filo wicca.

Valutate anche l’opzione delle tende a pannelli, oggi molto richieste da chi ama gli ambienti minimal ed essenziali.

Oltre al fattore luce e stile c’è da tenere a mente anche quello “vicini curiosi”, non sempre una tenta leggera può rivelarsi la soluzione ideale. La vecchietta di fronte vi spia mentre fa finta di preparare una torta? Non datele soddisfazione e coprite quelle finestre!

 

 

DeathlyBerry

Lucrezia. Cats, Shoes and Sushi lover from IT

No Comments

Leave a reply